http://www.corriere.com/viewstory.php?storyid=73564

Una conferenza della Massa sui popoli artici del Canada

L’inuitologa esporrà anche delle conseguenze del global warming

Articolo pubblicato il: 2008-04-10

TORONTO – Gabriella Massa, archeologa inuitologa del Québec, terrà una conferenza a Milano nell’ambito del 2° Convegno Internazionale Polo Nord – Polo Sud e Turismo consapevole: informarsi per conoscere, apprendere e rispettare. Il titolo della conferenza, che si terrà alla Galleria Vittorio Emanuele, sarà Global Warming e popoli artici del Canada.
Artide ed Antartide sono le zone del nostro pianeta che maggiormente risentono delle variazioni climatiche, a causa del loro ecosistema molto fragile. La ricerca scientifica condotta in queste aree, in occasione dell’Anno polare Internazionale, consentirà di monitorare i grandi cambiamenti climatici del nostro Pianeta e di capire come sarà influenzata la vita futura, non solo dei popoli che vi abitano, ma anche la vita animale e vegetale: una campagna di ricerca, coordinata su scala internazionale, volta a definire un quadro più approfondito e completo della mutevole situazione delle regioni polari, per meglio capire il ruolo fondamentale dei Poli nell’equilibrio planetario.
Le popolazioni autoctone dell’Artide che da millenni si sono stabilite nelle aree più inospitali del Pianeta, sono state tra le prime a subire gli effetti nefasti che il riscaldamento globale causa all’ambiente: dagli anni Cinquanta ad oggi, la coltre ghiacciata artica si è ridotta di circa il 35%, obbligando i popoli artici a riadattare le loro conoscenze alle nuove condizioni di vita che si sono venute a creare. Ad essere minacciati, però, non sono solamente flora, fauna e popolazioni artiche, ma l’intero pianeta. Gli Inuit, testimoni a volte passivi delle mutazioni in corso, sempre più frequentemente segnalano ampie zone di riduzione dei ghiacci; gravi fenomeni di erosione dei suoli; l’estinzione di alcune specie animali dell’Artico a causa della scomparsa del loro habitat e dell’aumento della temperatura del mare (foche, orsi polari, etc.); l’introduzione di nuove specie animali e vegetali che hanno come conseguenza la possibile estinzione delle specie locali.


luglio: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Blog Stats

  • 18,464 hits

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: